Comunione e separazione dei beni

Servizio attivo

Consulta il servizio

A chi è rivolto

A entrambi i coniugi che si sono uniti in matrimonio

Descrizione

Dopo il matrimonio, salvo patto contrario, si applica il regime di comunione dei beni fra i coniugi. In questo capitolo si spiega come viene regolata la comunione, quando si applica la separazione dei beni, in che cosa consiste l'impresa familiare e il fondo patrimoniale.

Come fare

Comunione dei beni:

  • Tramite Atto matrimoniale dei due coniugi.

Separazione dei beni:

  • Tramite Atto matrimoniale dei due coniugi , mediante atto notarile e il consenso di entrambi.

Cosa serve

Essere sposati 

Cosa si ottiene

La Comunione o la separazioni dei beni 

Tempi e scadenze

Per i matrimoni celebrati dopo il 20 settembre 1975, data dell'entrata in vigore della riforma del diritto di famiglia, la comunione si applica automaticamente dal momento delle nozze.

La comunione dei beni si applica automaticamente agli acquisti compiuti dopo il 20 settembre 1975, a meno che anche uno soltanto dei coniugi abbia deciso di mantenere il precedente regime di separazione dei beni, con dichiarazione notarile fatta entro il 15 gennaio 1978.

La comunione dura fino a diverso accordo dei coniugi, espresso con atto notarile.
Altrimenti termina automaticamente in caso di fallimento di uno dei due coniugi, separazione consensuale omologata o giudiziale passata in giudicato, divorzio, annullamento del matrimonio, oppure in caso di separazione giudiziale dei beni.

Accedi al servizio

Puoi accedere a questo servizio contattando o recandoti presso l'ufficio competente.

Vincoli

Comunione dei Beni

  1. un bene intestato a uno solo dei due coniugi è ugualmente di proprietà di tutti e due.
  2. Non si possono stabilire quote diverse fra i coniugi, non è derogabile neanche con accordo fra le parti.
  3. La comunione riguarda solo gli utili e gli incrementi successivi, sempre che l'azienda sia gestita da entrambi i coniugi.
  4. I beni destinati all'esercizio dell'impresa risultano oggetto di comunione solo se sussistono al momento del suo scioglimento.
  5. Per la normale amministrazione, ciascuno dei coniugi; per la straordinaria amministrazione (alienazioni, iscrizioni ipotecarie, accettazione di donazioni, locazioni, mutui) deve esserci il consenso di entrambi. 
  6. Il fondo patrimoniale è un vincolo su determinati beni che vengono destinati per far fronte ai bisogni della famiglia. Può essere costituito, con atto notarile, da uno o da entrambi i coniugi, o da una terza persona, in questo caso anche con testamento. La proprietà dei beni spetta a entrambi i coniugi.

Separazione dei beni :

  • Ciascuno dei coniugi provvede all'amministrazione del proprio patrimonio e gli acquisti effettuati sono personali.

Casi particolari

Comunione dei Beni

  1.  Nel caso della gestione comune di un'azienda, un coniuge può essere delegato dall'altro per lo svolgimento degli atti necessari all'attività dell'impresa.
  2. Se l'atto riguarda un immobile o un bene registrato (auto, barche, ecc.) può essere annullato dal Tribunale su domanda dell'altro coniuge. La domanda deve essere proposta entro un anno dalla data in cui il coniuge è venuto a conoscenza dell'atto, o comunque dalla sua trascrizione nei pubblici registri. Se l'atto riguarda un bene mobile, il coniuge che ha trasgredito è obbligato a ricostruire la comunione nello stato in cui era prima. Se ciò non è possibile deve provvedere al pagamento del valore equivalente al bene. Anche in questo caso occorre rivolgersi al Giudice.

  3. Ciascuno di loro può rivolgersi al Giudice, a cui dovrà dimostrare che la sua decisione è necessaria per il bene della famiglia o dell'azienda quando non c'è un'accordo su decisioni di straordinaria amministrazione.

  4. I creditori possono agire sui beni personali di ciascun coniuge, per un ammontare pari alla metà del credito.

  5. I creditori posso rifarsi sui debiti se riguardano.

  • Pesi e oneri gravanti sui beni comuni al momento dell'acquisto (mutui, ipoteche, ecc.).

  •  Carichi dell'amministrazione dei beni stessi (per esempio le spese condominiali).

  • Spese per il mantenimento della famiglia e l'istruzione ed educazione dei figli; inoltre tutte le spese compiute nell'interesse della famiglia.

  • Ogni altro impegno economico preso in comune accordo dai coniugi.

  • E' possibile, in caso di regime di separazione dei beni, effettuare acquisti in comune con la comunione convenzionale, con la quale si possono prevedere quote diverse.In questo caso la divisione può essere chiesta da ciascun coniuge in ogni momento.

  •  Il fondo patrimoniale cessa in seguito a divorzio o annullamento del matrimonio; se ci sono però figli minori, dura fino al compimento della maggiore età dell'ultimo figlio.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Ufficio Servizi Demografici ( Anagrafe- Stato Civile- Elettorale)

Jenne, Roma, Lazio, Italia

Telefono int.1: 0774827601
Email: protocollo@comune.jenne.rm.it
Municipio

Pagina aggiornata il 30/11/2023